consigliato per te

  • in

    In Italia è boom di richieste per l’installazione di impianti di energia fotovoltaica

    In Italia c’è stato un vero e proprio boom dell’energia fotovoltaica, una richiesta talmente alta che ha posto il nostro Paese sul podio europeo dopo Germania e Spagna. Un dato forse prevedibile per quello che viene identificato come il Paese del sole, ma forse non del tutto scontato sulla via della necessaria decarbonizzazione per un ambiente più pulito e una società ad energia più sostenibile.

    “In Italia il potenziale è enorme – dice Rafael Bañón, Sales Manager di Soltec, azienda leader per progetti fotovoltaici – e i progetti su larga scala sono sempre più frequenti. Con la mia azienda siamo presenti sul mercato italiano da tredici anni e quindi conosciamo bene la vostra realtà, abbiamo realizzato tanti progetti importanti e altri stiamo per realizzarne. Molto ancora si può fare. Non c’è dubbio che l’Italia goda di una posizione geografica favorevole e la nostra visione per il futuro del mercato fotovoltaico italiano è quella di una crescita continua e sostenibile, non solo per noi, ma anche per l’industria del Paese. Noi faremo la nostra parte, la nostra azienda sintetizza infatti forza internazionale combinata all’esperienza locale”. LEGGI TUTTO

  • in

    Il futuro dell’energia in mostra alla Fiera di Rimini

    Il 2023 è stato, per il settore dell’energia, un anno record. Non solo perché, a livello globale, la capacità delle rinnovabili è cresciuta del 50% rispetto al 2022, raggiungendo quasi 510 gigawatt, con solare fotovoltaico ed eolico che da qui al 2028 rappresenteranno circa il 95% della crescita, ma anche perché alla Cop28 di Dubai è stato raggiunto l’accordo sul Global Stocktake che ha sancito il graduale abbandono dei combustibili fossili. A livello europeo, le rinnovabili hanno raggiunto il 44%, e l’Italia è entrata nella top 3 dei Paesi con la maggiore nuova potenza fotovoltaica installata. LEGGI TUTTO

  • in

    Manager della sostenibilità, figura sempre più centrale nella transizione ecologica

    Grandi, medie e piccole imprese ormai ne sono consapevoli: lo sviluppo economico passa inevitabilmente attraverso un modello di business sostenibile e l’attenzione alle tematiche Esg (Environmental, Social, Governance), ormai diventate una priorità. Essere un’azienda orientata alla sostenibilità comporta infatti una serie di vantaggi dimostrati. Giusto per citarne alcuni: processi più efficienti e riduzione degli sprechi; aumento della produzione e dell’occupazione; l’accesso a finanziamenti pubblici e privati agevolati e dedicati; la fidelizzazione dei clienti, sempre più attenti all’ambiente. Ecco perché tra le figure più ricercate nel mondo del lavoro spicca quella del Sustainability Manager, che ha proprio il compito di sviluppare, implementare, monitorare e aggiornare il piano strategico di sostenibilità dell’azienda. Oggi c’è un apposito percorso per raggiungere questa posizione. Viene offerto da Accademia Green, azienda specializzata nell’offerta di corsi di formazione e specializzazione nel settore green, che promuove la V edizione del Corso Sustainability Manager, organizzato da A-Sapiens® Edupuntozero (centro di Formazione e Certificazione Professionale) in collaborazione con il Dipartimento MEMOTEF della Università Sapienza di Roma e con i patrocini di The Hub, Federformazione e Plef (Planet Life Economy Foundation). Si rivolge a neolaureati e professionisti e rappresenta una grande opportunità di lavoro, di placement o di riqualifica lavorativa, all’interno di aziende pubbliche o private e di Istituzioni. LEGGI TUTTO