in

Reddito di cittadinanza, il ministro dell'Istruzione Valditara: “Stop a chi non assolve l'obbligo scolastico”

MILANO – Stop al reddito di cittadinanza a chi non ha completato l’obbligo scolastico. È l’indicazione arrivata dal ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara. “In Italia ci sono 364.101 percettori di reddito di cittadinanza nella fascia tra i 18 e i 29 anni. Di essi 11.290 possiede solo la licenza elementare o nessun titolo, e altri 128.710 soltanto il titolo di licenza media”, ha sottolineato il ministro. “Noi riteniamo si debba prevedere l’obbligo di completare il percorso scolastico per chi lo abbia illegalmente interrotto o un percorso di formazione professionale nel caso di persone con titolo di studio superiore ma non occupate né impegnate in aggiornamenti formativi, pena in entrambi i casi la perdita del reddito, o dell’eventuale misura assistenziale che dal 2024 lo sostituirà”.

Reddito di cittadinanza, sussidio limitato a otto mesi nel 2023. Poi stop per tutti dal 2024

21 Novembre 2022

La proposta del ministro Valditara si inserisce nell’ambito della modifica del reddito di cittadinanza per il 2023 e quindi della riforma nel 2024 annunciate nella legge di bilancio. Il ministro dell’Istruzione e del Merito ha fatto eseguire in questo contesto una ricerca alle strutture del ministero a proposito dei giovani nella fascia compresa tra i 18 e i 29 anni percettori di reddito. La ricerca ha dato un esito che il ministro definisce “sorprendente e inquietante”, rispetto a cui annuncia di avere elaborato “una proposta che mostra come la parola ‘merito’ nella visione mia e del governo non sia un orpello retorico, ma costituisca un preciso indirizzo politico”.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/scuola_e_universita/rss2.0.xml


Tagcloud:

Roma come Londra: diventerà il laboratorio per la mobilità del futuro

Il ministro dell'Ambiente Pichetto Fratin: “Price cap da rivedere o l'Ue farà un regalo a chi specula sul gas”