in

Mobilità, Pa digitale, smart energy: a City Vision gli “Stati Generali delle città intelligenti”

Le città del futuro saranno sempre più “intelligenti”. Capaci cioè di alimentare, grazie ad investimenti nel capitale umano e sociale, nell’innovazione tecnologica e nelle infrastrutture di comunicazione, lo sviluppo sostenibile e la qualità della vita a beneficio di tutti i loro abitanti. Non stiamo parlando di fantascienza o dell’immaginazione di qualche visionario. Il futuro in fondo è già davanti ai nostri occhi. Mobilità autonoma e connessa, nuove infrastrutture urbane, pubblica amministrazione digitalizzata, edifici smart a impatto zero e fonti energetiche green: molte città, in Italia e nel mondo, si stanno muovendo in questa direzione, altre seguiranno.

Proprio per mettere a confronto tutti gli attori coinvolti in questa trasformazione, e per favorire soluzioni concrete e applicabili, torna la seconda edizione di City Vision, il progetto ideato da Fiera di Padova e Blum che terrà il suo evento annuale “Gli Stati Generali delle città intelligenti”, il 30 novembre e 1 dicembre, in presenza e in streaming (link per iscriversi), al Centro Culturale Altinate San Gaetano di Padova. Due giornate per parlare di città intelligenti con ospiti di rilievo nazionale ed europeo e mostrare le direttrici di sviluppo future per la città. Ma soprattutto per mettere a confronto e in dialogo il mondo dell’amministrazione – nazionale e territoriale – con il sistema delle imprese e quello dell’innovazione.

Il programma della due giorni inizierà martedì 30 novembre alle ore 17.30 alla presenza di Francesco Calzavara, assessore alla programmazione della Regione Veneto, Antonio De Caro, sindaco di Bari e presidente Anci e Sergio Giordani, sindaco di Padova e delegato Anci all’innovazione. Il pomeriggio proseguirà con interventi e panel su quattro temi principali: in “European vision” si farà il punto sulle opportunità dell’Europa per le intelligent cities; a seguire “Smart Government”, un focus su semplificazione, innovazione e connessione, parole chiave sui cui si basa lo sviluppo della pubblica amministrazione digitale; quindi “Smart Mobility”, uno sguardo sugli ecosistemi urbani di domani con al centro il tema della mobilità intelligente, autonoma e connessa. Infine un panel sul tema “Smart Energy & Building”, in cui si tratterà di comunità energetiche autosufficienti, edifici a impatto zero, infrastrutture urbane smart.

Nella seconda giornata del 1 dicembre, che si apre alle 9.30, un focus sulle prospettive della città futura e in particolare su Padova Intelligent City, insieme al sindaco della città Sergio Giordani, ma anche con il coinvolgimento di imprese, commercio, professioni, artigianato, agricoltura, categorie economiche che offriranno una visione per Padova sostenibile. Chiusura con un’intervista alla rettrice dell’Università di Padova Daniela Mapelli che farà il punto sull’ateneo patavino e i suoi 800 anni di storia proiettati verso il futuro.

City Vision è organizzato da Fiera di Padova e Blum Business as a medium con il supporto di Enel X, Hti, Nts Italy, PwC, Sasa, Pohl Immobilien, Dell Technologies e UniCredit, la partnership di IoTItaly, The Smart City Association, Motus-E, Venicepromex e con il patrocinio di Anci, Regione Veneto, Agenda Digitale del Veneto, Provincia di Padova, Comune di Padova, Comune dell’Aquila, Città di Palermo, Camera di Commercio di Padova e Università degli Studi di Padova. Media partner Rai Pubblica Utilità.


Fonte: http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml


Tagcloud:

Bus a idrogeno verde e una nuova stazione di rifornimento: Bolzano accelera sulla mobilità sostenibile

Mobilità elettrica, il vero nodo della svolta green. “Per ora solo il 10% delle batterie è riciclabile”